se il secondo post è il più difficile...

...il primo manco scherza!


Una delle regole di scrittura universalmente note, ma non sempre praticate è: inizia nel mezzo, non dall’inizio.

Come un buon libro o un libro qualsiasi che ha avuto il cu*@ di finire in libreria, vi risparmio chi sono, cosa faccio da dove vengo, dove voglio andare e il mio piano pensionistico …al momento fondato sul reddito di cittadinanza :o\

Se vi va di sapere qualcosa in più di me, c’è un bellissimo sito fatto da me medesimo di cui vado orgoglioso, dove potete vedere un po’ di cose che mi riguardano. Lo trovate a questo link: www.paulddramelay.com

…che scrivo sperando in un po’ di page rank e per questo non rendo “questo link” cliccabile :op

A parte la scrittura, mia passione, pallino e tormento da quando possa ricordare, ho sempre voluto esplorare vari campi dell’arte ma essendo timido, introverso e pure tendenzialmente disfattista, non ho mai affrontato ad esempio disegno (per fare fumetto), perché tanto non so disegnare e MAI avrei potuto imparare, stesso dicasi per il campo dell’arte (pittorica) che mi ha sempre affascinato e che negli ultimi anni mi sta tornando a tormentare e chissà che non cominci a imbrattare tele!

Altra cosa che ancora non ho fatto è cominciare un mio podcast (feci radio per un pochino, pochissimo, quasi nulla) anni e anni fa e il mondo del microfono mi è rimasto dentro… il mondo, non il microfono! Tornando al podcast, quello che ancora adesso mi frena è quella vocina che sussurra: perdi tempo tanto chi ti segue, hai una brutta voce e si sente l’inflessione dialettale, ma chi ti dice che poi hai qualcosa d’interessante da dire e figurati se quello che hai da dire, non l’abbiano già detto in 100 e pure meglio!

In sostanza sono un calimero mancato.

Sarà però la crisi di mezz’età sempre più vicina e una diffusa insoddisfazione per quello che fin ora ho ottenuto, ma l’idea di lanciarmi nel vuoto senza corda (che tanto non mi regge), da un ponte che da su un torrente pieno di ciottoli e poca acqua, mi sembra sempre più allettante e meno pericolosa di quanto fin ora abbia pensato.

Ma cosa ci metto qui?

le minchiate, quello ci metto.

Se il sito è ufficiale e su facebook faccio post su argomenti più o meno che mi stanno a cuore e su patreon (mai dovesse aver vita) do/darò dei consigli a pagamento per i miei supporter e su podcast vi annoierò allo sfinimento… qui almeno la butto in caciara.

Uno spazio sfogo terapeutico, dove parlare un po’ di tutto e anche di niente, senza particolari fronzoli, impostazioni, politically correct e via dicendo.

Vi aspetto!
Anzi, mi aspetto, visto che non so quale sarà il prossimo post.
Quindi in sostanza… aspettiamoci!


Sign up now so you don’t miss the first issue.
(che non so come funziona ma se serve a iscriversi, iscrivetevi, ne va della mia sanità mentale)


In the meantime, tell your friends!
(as well with potatoes… ovvero come sopra!)